Dic 292009
 

iPhone-estero

Poter comprare un iPhone all’estero, soprattutto in America, è uno di quegli argomenti che si ripropone continuamente sui forum che parlano di iPhone, io frequento ItaliaMac da più di un anno e ho perso il conto di quante volte sia stato chiesto… mi permetto quindi di dare una mia risposta, naturalmente motivandola e senza pretesa di avere ragione, ognuno è libero di gestire i propri soldi come meglio crede…

Parto subito dalla risposta…so che molti, già convinti di poter risparmiare grazie al cambio favorevole euro/dollaro rimarranno delusi, ma a mio parere NON È conveniente acquistare un iPhone 3G o 3GS in America.

Partiamo dal caso più evidente…molti utenti leggono sul sito Apple americano o sul sito della AT&T che l’iPhone viene venduto  a :

iPhone 3G 8Gb: 99$

iPhone 3Gs 16Gb:  199$

iPhone 3Gs 32Gb: 299$

iPhone-estero-1

tutto vero, se non fosse che bisogna sottoscrivere un contratto di 24 mesi con AT&T, pagando una certa cifra mensile in base al contratto…in poche parole è quello che si può fare anche in italia con TIMVodafoneTRE

Fino a qui direi che è tutto chiaro ed è evidente come non abbia senso comprare un iPhone in America con contratto AT&T per poi usarlo in Italia

Ma quello che più attrae è comprarlo libero da ogni contratto, perchè i prezzi effettivamente sarebbero interessanti:

iPhone 3G 8Gb: 499$

iPhone 3Gs 16Gb:  599$

iPhone 3Gs 32Gb: 699$

considerando un cambio di 1€=1,5$, oggi è 1,44 quindi sono stato buono 😉 si potrebbero risparmiare da 233€ per il 32Gb a 166€ per l’8Gb

Ma allora perchè sostengo che non è conveniente?!? i motivi principali sono quattro:

  1. anche se libero da contratto, per acquistare l’iPhone in america occorre comunque essere residenti ed avere una scheda AT&T, non mi dilungo su questo punto…ipotiziamo che non sia un problema e che tutti abbiano un amico americano a cui appoggiarsi…ma è poi così? 😉
  2. l’acquisto deve essere fatto fisicamente in America, in questo modo sarebbe semplice portare l’iPhone in Italia senza spese doganali, lo stesso discorso non varrebbe se si acquistasse online e ci fosse di mezzo una spedizione con conseguenti costi aggiuntivi, ma ipotizziamo anche in questo caso di non avere questa spesa 🙂
  3. in america, così come in quasi tutti i paesi esteri, l’iphone è sim lock…questo vuol dire che per funzionare con una SIM italiana avrebbe bisogno di uno sblocco del firmware, questo potrebbe non essere un problema, visto che quasi sempre è possibile farlo in modo non troppo complicato, ma rimane comunque un intoppo e non c’è garanzia che sarà sempre possibile farlo, Apple infatti ad ogni aggiornamento firmware “costringe” gli hacker a trovare nuove soluzioni, se sbadatamente l’iPhone venisse aggiornato all’ultimo firmware l’iPhone si bloccherebbe e si dovrebbe attendere il nuovo sblocco, senza nessuna certezza dei tempi…ad oggi ad esempio gli ultimi iPhone 3GS, fabbricati dalla 40° settimana in poi, non sono sbloccabili per via di una nuova versione di iBoot introdotta da Apple e la situazione è ferma da un paio di mesi.
  4. anche se il terzo punto potrebbe bastare per scoraggiare l’acquisto, credo che questo sia ancora più importante…gli iPhone hanno garanzia SOLO nel paese d’acquisto, in molti non lo sanno e danno per scontato che ci sia garanzia e assistenza internazionale come gli altri prodotti Apple(MacBook, iPod ecc.) ma non è così e lo si può leggere chiaramente sul sito Apple

iPhone-estero-2

Per quanto mi riguarda il 4° punto è sufficiente per sconsigliarvi l’acquisto…è vero che si potrebbe risparmiare una cifra importante, ma comunque si spenderebbero 350/500€ per avere un dispositivo SENZA garanzia e assistenza ufficiale in Italia(nemmeno a pagamento)…tra l’altro nel caso di Apple vorrebbe dire rinunciare ad una “signora assistenza”, ho letto di utenti che si sono fatti sostituire l’iPhone dopo 10 mesi di utilizzo perchè aveva 1 pixel bruciato…e Apple non ripara il nostro iPhone quando viene mandato in assistenza(con settimane di attesa), ma nel giro di 3/5 giorni ne manda a casa uno ricondizionato, che per Apple vuol dire nuovo, infatti i ricondizionati sono gli iPhone che vengono mandati in assistenza, ai quali oltre al pezzo difettoso(nel caso del pixel il display) vengono SEMPRE sostituite tutte le parti soggette ad usura(batteria, plastiche, vetro ecc.) rendendolo di fatto un iPhone “pari al nuovo”…per capirci, il nostro iPhone mandato in assistenza verrà “con calma” riparato e andrà a finire ad un altro utente che avrà bisogno di assistenza, come iPhone ricondizionato.

Il mio pensiero è questo…poi…come ho scritto all’inizio, con i vostri soldi fate come volete, ma se volete un consiglio…se andate in america e volete fare acquisti, prendetevi un iPod o un MacBook, con la garanzia internazionale che c’è su questi prodotti non dovrete preoccuparvi di niente 😉

  • condivido pienamente il tuo pensiero, sono mesi-anni che lo dico a tutti. finiamola! Altro discorso è quello dei piani tariffari 😉

  • PeDrOoBepo

    Ottimo articolo, chiaro, semplice e conciso. Già che hai cominciato a trattare l’argomento potresti affrontare quali prodotti apple conviene acquistare con i loro relativi pregi e difetti 🙂

    Grazie

  • PeDrOoBepo wrote:

    Ottimo articolo, chiaro, semplice e conciso. Già che hai cominciato a trattare l’argomento potresti affrontare quali prodotti apple conviene acquistare con i loro relativi pregi e difetti
    Grazie

    grazie per il complimento…per altri prodotti Apple non sono così ferrato…comunque direi che il prodotto ideale da acquistare è un iPod, perchè è identico in tutto e per tutto a quello venduto in italia, i macbook hanno l’unico “inconveniente” della tastiera diversa, ma per il risparmio che si ha direi che ne valga comunque la pena 😉

  • Giovanni

    Stavo per fare un’offerta su ebay per un iphone 4 comprato all’estero. Ho letto il tuo articolo e mi son guardato bene dal farlo. GRAZIE INFINITE!