Mar 042010
 

Premetto che non ho nessuna intenzione di screditare il servizio in oggetto, è del tutto legale e per loro è sicuramente una grande fonte di guadagno, voglio solo esprimere la mia opinione, cercando di spiegare bene come funziona ed evidenziando la grossa differenza che c’è con la classica asta online a cui siamo abituati, cito eBay per far capire di cosa sto parlando.

eBay

L’oggetto ha un valore iniziale stabilito dal venditore e i potenziali acquirenti possono rilanciare fino alla scadenza dell’asta, al momento della scadenza chi ha fatto l’offerta più alta si aggiudica l’oggetto e dovrà pagare la somma a cui si è arrivati + eventuali costi di spedizione, tutti gli altri utenti che hanno partecipato all’asta senza aggiudicarsela NON avranno nessuna spesa.

MadBid

l’asta parte ad un determinato orario stabilito e il valore iniziale dell’oggetto è sempre 0€, per ogni oggetto l’asta ha una durata che varia da 20 secondi a 3 minuti, per partecipare all’asta l’utente deve acquistare dei pacchetti di “puntate” che vanno da 0,75€ a 1,30€ a “puntata”, ogni “puntata” fatta su un oggeto ne aumenta il valore di 0,01€ e fa ripartire il conto alla rovescia del timer, ad esempio da 20 secondi, se il timer arriva a 0 senza che nessun altro faccia puntate si aggiudica l’oggetto l’utente che ha fatto l’ultima e dovrà pagarlo il valore a cui è arrivato + spese di spedizione.

Ora faccio un esempio reale per farmi capire meglio, inserisco anche un video di supporto:

c’è un iPhone 3GS 32Gb(valore 699€) che partendo da 0€ è arrivato a 92,83€, “sembra” un ottimo prezzo e quindi decido di inserirmi nell’asta e faccio la mia puntata, il valore passa a 92,84€ e il conto alla rovescia ricomincia da 20 secondi…se nessuno facesse altre puntate mi aggiudicherei l’oggetto per 92,84€, ma se qualcun altro puntasse, il prezzo passerebbe a 92,85€ e si ricomincerebbe da capo, finché nessuno farà più “puntate” e l’ultimo utente si aggiudicherà l’asta.

A differenza di eBay, anche senza essermi aggiudicato niente ho speso da 0,75€ a 1,30€ per la puntata, sempre che ne abbia fatta solo una, il che è molto improbabile, perchè se si prende d’occhio un oggetto è facile fare una serie di “puntate”.

Piccolo chiarimento per spiegarvi cosa succede nel video seguente quando il timer arriva a zero, ma poi ricomincia ugualmente il conto alla rovescia: molto spesso il timer arriva a 0, ma a questo punto viene effettuato un controllo(checking) per verificare che non ci siano “puntate” arrivate in tempo, ma ancora non elaborate, se così è la “puntata” giustamente viene presa per buona e il timer ricomincia.

Ora guardate il video seguente…non notate niente di “strano”? dopo il video vi spiego cosa ho notato io(scusate per i primi 6 secondi disturbati)

ho un vizio strano, mi piace fare i calcoli mentalmente, senza motivo, come semplice passatempo…quindi dopo 2 minuti che osservavo l’asta mi è venuto d’istinto calcolare quanto stava guadagnando MadBid su quest’asta…l’avete fatto anche voi? allora probabilmente avrete pensato quello che ho pensato io e cioè: “chi ha inventato questo sistema è un genio”… se invece non l’avete pensato ve lo spiego subito:

ho detto che il costo della “puntata” va da 0,75€ a 1,30€ in base a quante ne vengono acquistate, ma per comodità di calcolo prendiamo un valore medio di 1€

al termine del video(l’asta in realtà è proseguita ancora un po’) il valore dell’iPhone è di 93,00€

vi ricordo che l’asta parte sempre da 0€ e che aumenta sempre di 0,01€ ogni puntata, questo vuol dire che per arrivare a 93,00€ sono state fatte 9300 “puntate”, che considerando una “puntata” media di 1€ vogliono dire un ricavo per MadBid di 9300€…non male direi per vendere un oggetto che ne vale 699€

Come ho detto all’inizio, non c’è niente di illegale, ma a prima vista può sembrare molto più conveniente di quello che è in realtà…più che un’asta io la considererei una lotteria, perchè aggiudicarsene una è solo ed esclusivamente questione di fortuna, detto questo se proprio volete giocare dei soldi, fatelo con dei giochi che danno più alte probabilità di vincita…non voglio dare sentenze, mi limito a dire che nell’esempio riportato, ipotizzando 1 “puntata” per ogni utente, si avrebbe avuto 1 possibilità su 9300 di vincere 606 volte il valore della puntata(699-93 da pagare)…cerco di fare un esempio legato all’iphone sopra descritto:

  • partecipiamo all’asta e facciamo in totale 10 puntate di rilancio->spesa 10€
  • abbiamo 10 possibilità su 9300 di vincere, cioè 1 su 930
  • quindi si puntano 10€ per vincerne 606€ con probabilità di 1/930

Ipotizziamo invece ora di giocare i soliti 10€ al Lotto:

  • puntiamo 10€ sul primo estratto di una ruota(estratto determinato)
  • abbiamo 1 possibilità su 90(i numeri della ruota) di vincerne 517€, vedi sito di riferimento, cioè 10 volte in più rispetto all’asta di MadBid considerata prima

direi che non serve altro per farvi capire che aggiudicarsi un’asta su MadBid è questione puramente di fortuna, perchè vinciamo solo se qualcuo non “punta” dopo di noi…e con migliaia di utenti connessi, come abbiamo visto prima, è una possibilità molto limitata.

Ribadisco per l’ennesima volta il concetto, MadBid è un sistema perfettamente legale, questo post serve solo per chiarire che le probabiità di aggiudicarsi un oggetto sono molto più basse di quelle che di primo acchito si possa pensare…se volete cercare fortuna quindi, probabilmente MadBid non è la strada più conveniente 😉

AGGIORNAMENTO DEL 23/11/2010:
come mi ha fatto giustamente notare Serena nei commenti, il prezzo delle puntate non è più quello che ho indicato nell’articolo, evidentemente da marzo ad oggi madbid ha cambito qualcosa, adesso le puntate costano da 0,25€ a 0,30€ in base al pacchetto che si acquista…chiaramente quindi nell’esempio che ho riportato io con l’iPhone venduto a 93€ con ricavo di 9300€ per madbid le cose sarebbero diverse, io avevo considerato 1€ come puntata media e adesso la media è 0,275€, quindi il ricavo sarebbe stato circa di 2400€ però….c’è un però…da marzo ad oggi è vero che il costo della singola puntata è calato molto, ma è anche vero che i partecipanti alle “aste” sono molto aumentati, quindi fondamentalmente il rapporto tra soldi giocati e possibilità di vincita non è cambiato molto…se prima era molto difficile vincere, adesso che i partecipanti sono aumentati le possibilità di vincita sono calate ulteriormente e le aste sicuramente si prolungheranno di più

IMPORTANTE AGGIORNAMENTO DEL 26/03/2011:

Mi arrivano email o vengono inseriti commenti in cui mi viene detto che il valore delle puntate che ho scritto non è corretto, vorrei farvi notare che questo articolo è stato scritto più di un anno fa, MadBid nel frattempo ha cambiato qualcosa, i bid costano meno, ci sono bonus, offerte ecc. ma il meccanismo è lo stesso ed è questo meccanismo che voglio far capire meglio agli utenti.

Ribadisco per l’ULTIMA VOLTA che il mio articolo non è stato scritto per affermare che MadBid è una truffa o robe simili, anzi, ho scritto che sono dei geni…io voglio solo chiarire meglio il meccanismo del sito, perchè credo che a prima vista la maggior parte degli utenti non lo capisca bene e quindi ritenga molto facile vincere quando invece non è così, questo è INDIPENDENTE dal valore delle puntate, quindi anche se queste si abbassano il concetto non cambia.

Alcuni utenti inseriscono commenti dove riportano le loro vincite, con questo sembra che vogliano dimostrare la validità del sistema, mi dispiace ma non cambia assolutamente niente, io ci credo che qualcuno possa vincere, ma il punto non è questo, il punto è capire quante possibilità ci sono di vincere, anche al Superenalotto si può vincere, c’è una possibilità su circa 620 milioni, l’importante è saperlo.

IN TUTTI I GIOCHI LE VINCITE VENGONO PAGATE DA CHI PERDE, in più c’è una parte che va al banco, in questo caso MadBid, è normale e giusto che sia così, ma è anche giusto capire quale sia la parte che va al banco, perchè più è alta e meno sono le possibilità di vincita.

Io ho fatto solo un esempio per far vedere quanto alta sia la parte che va a MadBid, ora che avete capito il meccanismo potete osservare tutte le “aste” che volete, ma le cose non cambieranno di molto.