Mar 142011
 

In Giappone, dopo la tragedia, le file chilometriche di persone in attesa di un autobus o di un aiuto sono ordinatissime, talmente ordinate da farci impressione, da noi sarebbe un concerto di urla, pianti, lamenti…

  • Se questa foto fosse stata scattata in Italia, avrei gridato al miracolo!! 😀

  • Topricky

    Grande popolo quello giapponese. Fiero e austero, messo in ginocchio dalle scelte sbagliate durante la seconda guerra mondiale e le bombe atomiche, si è rialzato rinnovato e competitivo come pochi. Adesso, dopo poco più di 60 anni un altra tragedia nucleare, stavolta inflitta dalla natura con uno dei terremoti più forti che l’uomo ricordi, la maggior parte dei danni e dei morti non è stata dovuta al sisma ma allo spaventoso tsunami che è derivato dalla scossa con epicentro a pochi chilometri dalla costa. Sono sicuro che i giapponesi impareranno da questa grande tragedia e si risolleveranno come fecero i loro nonni.
    Auguri paese del Sol Levante