Gen 252012
 

Primo trimestre 2012 impressionante per Apple, anche se previsto in forte crescita, il risultato è stato veramente al di sopra di ogni aspettativa.

Il fatturato totale è passato dai 26,74 miliardi di dollari del primo trimestre 2011 agli attuali 46,33 miliardi, con un aumento del 73%, numeri incredibili per un’azienda già al TOP come Apple, capita a volte di vedere questi aumenti percentuali per aziende “nuove” e con un valore basso, per cui un aumento anche contenuto in termini assoluti, potrebbe rappresentare un altissimo aumento percentuale, ma qui stiamo parlando di una delle aziende più quotate in borsa, che nel giro di un anno ha “messo in cassa” quasi il doppio del fatturato.

Senza entrare troppo nei dettagli, vediamo alcuni numeri:

 

  • iPhone ha venduto 37 milioni di pezzi contro i 16 milioni dello stesso periodo 2011, con un aumento del 133%
  • iPad passa da 7,3 milioni a 15,4 milioni di pezzi con un raddoppio delle vendite
  • computer Mac(desktop e portatili) passano da 4,1 a 5,2 milioni di pezzi con un +26%
  • iPod perde quota passando da 19,4 a 15,4 milioni di pezzi con un calo del 21%

L’ultima voce, cioè il calo delle vendite di iPod è inevitabile, è dovuta all’enorme successo dell’iPhone, che svolge al meglio anche la funzione dell’iPod, ma come accennato all’inizio, si tratta di numeri che lasciano sbalorditi, considerando anche che nell’ultimo anno Apple non ha sfornato prodotti nuovi, ma “solo” aggiornamenti di prodotti già esistenti, su tutti l’iPad 2 e l’iPhone 4s che in molti, forse troppo frettolosamente, avevano considerato un flop in quanto niente di sbalorditivo rispetto all’iPhone 4… ed in effetti è vero, non è stato un prodotto sbalorditivo, ma forse non serve “rivoluzionare” ogni anno un prodotto, anzi sembra che la linea seguita da Apple sia più che azzeccata.

Un altro dato fondamentale, che credo sia alla base del grande successo a cui Apple è riuscita ad arrivare, sono i margini di guadagno, che passano dal 38,5% al 44,7%, una cifra enorme che permette ad Apple di investire in ricerca e sviluppo somme non sostenibili dai competitor, ricerca e sviluppo che sono alla base di qualsiasi successo futuro…a quanto pare un futuro roseo….