Mar 152016
 

Microsoft-Surface-Pro-4Dopo mesi di inattività me ne esco con un articolo che parla di un prodotto Microsoft, vi chiederete se sono impazzito o se il blog sia passato di mano ad un altro autore, ma non è così 😉

La realtà è che per lavoro ho sempre utilizzato l’iPad in mobilità, decisamente comodo ed estremamente trasportabile, molto efficiente se si ha l’app dedicata a disposizione, ma purtroppo ho la necessità di far girare alcune applicazioni di lavoro che necessitano di Windows, mi sono quindi deciso a fare il salto all’indietro, dopo ormai 7 anni che avevo abbandonato Microsoft.

In questo blog ho sempre parlato di tematiche legate all’ambiente Apple ed anche in questo caso sarà così, non ho infatti intenzione di recensire il prodotto, ma non ho potuto fare a meno di constatare che un 2 in 1 come il Surface Pro sia una scelta decisamente azzeccata. La trasportabilità è ottima, ovviamente essendo un 12,3″ non paragonabile all’iPad Mini  che avevo prima, ma in un mondo ormai abituato a comandare i dispositivi con le dita tramite touch, è davvero comodo poterlo utilizzare indifferentemente come tablet o come notebook, in base alle necessità…nel mio caso specifico, ma è solo un esempio, come tablet quando devo farne un utilizzo veloce di consultazione di cataloghi o video, oppure in modalità Notebook quando ho a disposizione più tempo, per leggere e rispondere a email, lavorare su Excel o come in questo momento per scrivere un articolo del blog, più in generale si potrebbe fare una suddivisione in due tipologie

  • Tablet per consultazione di contenuti
  • Notebook per produzione di contenuti

Ho acquistato la versione base abbinata alla Type cover, senza entrare nei dettagli, devo dire che il salto all’indietro da OSX a Windows 10 si sente, anche se effettivamente Windows 10 sembra veramente un bel passo avanti, avevo ormai dimenticato le ore necessarie a cercare driver, .dll mancanti, librerie da installare per far funzionare un programma ecc. ecc. ma nel complesso il prodotto è ben riuscito, partendo da questa considerazione, questo articolo nasce come auspicio che anche Apple decida di realizzare un prodotto come questo, esteticamente come l’iPad Pro, ma che con un tap permetta di passare da iOS ad OSX, unendo così i vantaggi descritti sopra, all’efficienza dei due sistemi operativi di Cupertino.

Voi cosa ne pensate? Farebbe al caso vostro un dispositivo di questo tipo.