Set 182010
 

Anche se OT rispetto ai soliti temi trattati sul blog e anche se con qualche mese di ritardo, questa esperienza la devo assolutamente condividere, perché sembra veramente una barzelletta e vi potrete fare due risate alle mie spalle 😉
Premetto che le colpe non sono da attribuire ne a TIM ne a TRE, ma solo ed esclusivamente ai commessi “storditi” del negozio in cui ho fatto la
portabilità(MNP).
Partiamo dall’inizio: avevo un abbonamento Tuttocompreso con TIM, in scadenza a gennaio 2010, visto le offerte molto più vantaggiose di TRE decido di fare la MNP, prima però, usando il cellulare per lavoro e non potendo permettermi di non essere raggiungibile, acquisto una SIM ricaricabile della TRE e per un mese circa la utilizzo su un secondo telefono per verificarne copertura e affidabilità.
La prova mi soddisfa, il giorno 23 gennaio quindi, dopo la scadenza della Tuttocompreso, mi reco in un negozio TRE e chiedo la MNP…qui comincia l’odissea…la commessa inserisce la pratica, noto un po’ di insicurezza sul da farsi, ma apparentemente tutto fila liscio…bene…ora devo solo aspettare che il MIO NUMERO passi sulla SIM TRE appena attivata con abbonamento 3Power PRO
Continue reading »

Gen 062010
 

Alcuni utenti hanno l’iPhone senza un pacchetto dati attivo e quindi il rischio di connettersi ad internet e vedersi prosciugare il credito è alto, per evitarlo è necessario modificare il punto d’accesso ad internet(APN), mettendone uno fasullo, così facendo l’iPhone non sarà più in grado di connettersi.

Il menù di cui parlo è: impostazioni->generali->rete->rete dati cellulare e può essere utile anche per modificare i parametri degli MMS, per chi ha TIM o WIND nessun problema, ma con SIM Vodafone o TRE inserite, questo menù non compare….questo è un piccolo tutorial per entrare nelle impostazioni di rete anche in questi iPhone, è una procedura “manuale” e bisogna avere a disposizione una SIM TIM o Wind…non è il massimo della comodità, ma se si ha la necessità di farlo solo una volta  e non continuamente può tornare utile.

Il video sarebbe già sufficiente e chiaro per capire, ma vediamo i passaggi principali: Continue reading »