Ago 302011
 

In Italia purtroppo la gente accetta quello che le televisioni gli “vomitano” addosso senza senso critico, e dire che internet permetterebbe di CERCARSI le informazioni VERE, invece basta cambiare una parola e le persone non riescono a capire più niente.
Basta chiamare una tassa “contributo di solidarietà”, quando la solidarietà dovrebbe essere volontaria e non imposta.
Basta chiamare “escort” quella che fino a pochi anni fa era una …..( con tutto il rispetto)

In questo caso è bastato chiamare “sciopero” quello che sciopero non è, per buttare fango sui calciatori, calciatori che a mio avviso hanno tutto il diritto, anzi il dovere, di difendere i propri diritti, anche se hanno stipendi milionari. Se devo sollevare un appunto ai calciatori e al buon Tommasi, critico proprio il fatto di non essere intervenuti subito e con forza per cancellare quella parola(sciopero) dalla discussione. Continue reading »